Un endomorfo è riconoscibile per la grossa struttura corporea: è caratterizzato da spalle alte e curve, da un collo corto e tozzo e da tronco e gambe lunghi e larghi. Tale biotipo presenta tendenzialmente una pelle liscia ed è poco definito, e tende ad ingrassare con facilità ed a vivere anche per molti anni in sovrappeso.

È solo a tuo esclusivo beneficio effettuare il test, se non altro per comprendere a quale somatotipo appartieni per poterne poi parlare con un dietologo -che è un medico chirurgo- e avere finalmente un consiglio concreto su quale dieta seguire per migliorare il tuo benessere fisico, e mentale, per migliorare la tua vita.

Un test molto semplice per individuare se si ha un fisico di tipo endomorfo consiste nella misura delle circonferenze di polsi e caviglie: un metodo che può aiutare nell'identificazione per poter poi seguire la dieta più appropriata al proprio organismo:

Misura la circonferenza del polso:

- Uomo: dai 20 ai 21 centimetri;
- Donna: dai 16 ai 17 centimetri.

Misura la circonferenza della caviglia:

- Uomo: dai 25 ai 26 centimetri;
- Donna: dai 20 ai 21 centimetri.

Se i risultati sono tra questi valori, con tutta probabilità appartieni al somatotipo denominato endomorfo e dovresti iniziare a ridurre i carboidrati e aumentare la quota di proteine e grassi sani, oltre che allenarti in modo più qualitativo anziché quantitativo. Ma prima, ricorda di effettuare anche il test nutrigenetico per verificare il profilo genetico e conoscere quali cibi puoi assumere ed a quali invece sei intollerante.